Connect with us

Fossa universale

Stefano Narducci colpisce ancora

È confronto a distanza a suon di centri tra i massimi specialisti dell’Universale nel primo Gran Premio nelle sedi di Racconigi, Bologna, Ponso e Pastorano: a Casalecchio di Reno è il campione del mondo a vincere tra gli Eccellenza, ma dal Tav Raimondo Luigi Viscovo risponde con un punteggio di profilo internazionale

Quattro le sedi che hanno ospitato il primo Gran Premio stagionale di Fossa Universale: il Tav Racconigi, il Giorgio Rosatti di Ponso, il Tav Bologna di Casalecchio di Reno e il Tav Raimondo di Pastorano. Ed è stata subito sfida serrata a suon di centri tra i più quotati specialisti. Il campione del mondo Stefano Narducci è sceso in campo a Bologna e nella massima categoria, con 94 bersagli utili su 100, il fuoriclasse toscano ha collezionato la prima vittoria importante della stagione. Ci hanno provato alcuni degli avversari più noti a mettere in difficoltà l’iridato del 2017, ma, tra quelli,  Gianfranco Brunelli, Carlo Angelantoni e Fabrizio Bruni sulle pedane di Casalecchio non sono andati oltre il 92 e si sono dovuto accontentare delle medaglie dei metalli meno preziosi. Nel “triello” Brunelli ha conquistato il secondo posto per 4 a 3 su Angelantoni che è risultato terzo davanti a Bruni. Nella foto in apertura il campionissimo Stefano Narducci posa tra Gianfranco Brunelli e Carlo Angelantoni: i tre medagliati sono premiati da Roberta Pelosi, Consigliere nazionale della Fitav, e dal Delegato regionale Fitav dell’Emilia-Romagna Demetrio Pillon.

Al segmento bolognese del primo Gran Premio di Fossa Universale Mirko Tumiatti ha vinto in Prima categoria davanti a Pietro Stabile e Sergio Dragoni

Mirko Tumiatti ha vinto in Prima categoria: con 92/100 ha preceduto Pietro Stabile (89) e Sergio Dragoni (88). La vittoria in Seconda categoria ha arriso a Massimo Venturelli che ha totalizzato 91 centri e ha preceduto l’88 di Fabio Cotozzolo. Andrea Chiavini ha conquistato il bronzo con 83, ma ha dovuto regolare in spareggio Claudio Bartoletti, Aldo Olivieri e Danilo Zingales. 78 centri hanno dato la vittoria in Terza categoria a Sauro Ciarnese che sul podio di Bologna ha preceduto l’elicista eclettico Gianguido Tarabini: il tiratore carpigiano aveva totalizzato 69 centri come Antonio Cazzavacca, ma ha poi conquistato la medaglia d’argento superando il diretto avversario per 1 a 0.

Alessandra Della Valle ha svettato nella graduatoria femminile davanti a Roberta Pelosi e a Monia Minghetti

Ad una settimana dal successo bergamasco nel Gran Premio di Fossa Olimpica riservato al Settore Giovanile, Alessandra Della Valle è tornata alla vittoria a Casalecchio di Reno.  A Bologna la diciannovenne lombarda con la maglia dell’Esercito ha intercettato 82 bersagli e nella gara delle Ladies ha costretto alle sedi basse del podio Monia Minghetti (76) e Roberta Pelosi (74).

Riccardo Faccani ha vinto tra gli Juniores davanti ad Alex Bettelli e a Giulia Vernata

Riccardo Faccani, uno degli elementi di punta del Settore Giovanile dell’Emilia-Romagna, ha vinto tra gli under 20. Con 80 centri Faccani ha svettato su Alex Bettelli (75) e Giulia Vernata (62). 90 bersagli utili hanno dato la vittoria tra i Senior a Roberto Bocci. L’argento è andato alla leggenda Marco Venturini, autore di 89 centri. Terzo è stato Paolo Coin che ha colpito 88 piattelli e ha escluso dal podio in shoot-off l’azzurro Graziano Tognoni. È stato profeta in patria Demetrio Pillon: il Delegato regionale Fitav dell’Emilia-Romagna ha infatti vinto tra i Master, prima colpendo 86 piattelli e poi superando in spareggio per 2 a 1 Maurizio Caroli. Salvatore Graffeo ha centrato il terzo posto con 84 centri e un secco 2 a 1 in spareggio su Marino Cipriani.

A Bologna Roberto Bocci ha vinto tra i Senior, ma l’argento della qualifica è andato a una leggenda del tiravolismo italiano: Marco Venturini; terzo classificato è stato Paolo Coin

A Racconigi è stato Pierantonio Venturini a vincere tra gli Eccellenza. Con 91/100 Venturini ha preceduto Davide Zaggia (90) e Mauro Ferri. In Prima categoria 93 centri hanno attribuito una vittoria larga a Domenico Chindemi che sul podio piemontese ha preceduto Paolo Busillo e Alessio Moraglia, autori di 88 centri. In Terza categoria si è imposto Andrea Malara: i suoi 86 centri hanno costretto alle sedi basse del podio Robeto Damonte (84) e Giuseppe Chiappori che ha totalizzato 82 e ha escluso dal podio in spareggio Gian Mario Bornengo e Flavio Rabba. Vittoria in trasferta per Daniela Mazzocchi: con un solido 88/100 la lombarda “Dandy” ha preceduto Jessica Bergia (81) e Bianca Revello (73). Largo successo di Alessandro Divizia nel Settore Giovanile: l’eclettico ragazzo ligure ha totalizzato 87/100 e ha preceduto William Pretini (82) e Marco Arena (81). Giuseppe Antonicelli ha vinto tra i Senior, ma dopo aver colpito 82 centri ha dovuto superare in spareggio Giovanni Caschili per 4 a 3. Terzo è stato l’azzurro Franco Sozzani con 89. Tra i Veterani ha vinto Graziano Giannerini che ha totalizzato 90 centri come Renato Mantoan ma ha prevalso in spareggio per 6 a 5. La medaglia di bronzo è andata a Giorgio Ravera (87).

Al Giorgio Rosatti di Ponso è stato Ivan Rossi a svettare tra gli Eccellenza davanti a Luciano Fiorino Carbognin e Alessandro Camisotti

È stato invece Ivan Rossi l’Eccellenza più brillante in gara al Giorgio Rosatti di Ponso. Con 92/100 il tiratore emiliano ha svettato su Luciano Fiorini Carbognin e Alessandro Camisotti che hanno totalizzato 89 centri e si sono distribuiti sul podio in quell’ordine dopo un fulmineo spareggio. Giovanni Natalini ha vinto in Prima categoria: dopo aver colpito 94 centri come Giorgio Callegaro Padovan, ha prevalso in un breve spareggio con il suo avversario diretto. Terzo è stato Gianni Brunato con 92.

A Ponso Franco Rosatti, il figlio del campionissimo Giorgio, ha vinto in Seconda categoria davanti a Glauco Bonoldi e Fabrizio Chiarotto

Ancora 92 centri hanno dato la vittoria a Franco Rosatti in Seconda categoria. Glauco Bonoldi ha conquistato la medaglia d’argento con 91 bersagli utili e un vittorioso confronto diretto con Fabrizio Chiarotto. Roberto Favalli è stato il migliore di Terza categoria: con 90 bersagli utili ha preceduto Aldo Marangoni (87) e Fiorenzo Mischi (81). 87 centri hanno attribuito il successo tra le Ladies a Maria Francesca Floris. La medaglia d’argento è andata a Rachele Amighetti (79) e il bronzo a Sabrina Panzeri (75). Con 91/100 Nicolò Fabbri ha vinto nel Settore Giovanile davanti all’80 di Niccolò Destro e al 77 di Giacomo Mario Saleri. Giampaolo Micheletti ha svettato tra i Senior con 94 centri e una brillante vittoria per 2 a 1 in shoot-off sul fuoriclasse Graziano Borlini. Loriano Antolini è risultato terzo con 92. Lionello Masiero è stato il migliore dei Master: con 93 centri il veneziano ha preceduto Franco Santinello (89) e Giorgio Pantano (88).

Luigi Viscovo è stato il leader della graduatoria degli Eccellenza a Pastorano: lo specialista napoletano ha preceduto Sebastiano Connola e Guglielmo De Julio

Luigi Viscovo ha dominato sulle pedane del Tav Raimondo di Pastorano. Il tiratore di San Giorgio a Cremano ha intercettato 95 piattelli e in Eccellenza ha svettato sul 93 di Sebastiano Connola. Guglielmo De Julio ha conquistato il terzo posto con 92 centri e la vittoria in spareggio sul titolato azzurro Gianluca Muoio per 4 a 3. Lunga appendice di gara in Prima categoria. Non sono stati sufficienti i cento piattelli di programma per definire il vincitore tra Antonio Ansalone e Giuliano Callara poiché entrambi hanno totalizzato 95 centri, ma anche lo spareggio tra i due versatili atleti è stato una vera e propria maratona. Alla fine è stato Antonio Ansalone a prevalere per 17 a 16 sul tenacissimo avversario dell’Aeronautica. Il terzo posto è andato a Raffaele Boccanfuso (90). In Seconda categoria ha vinto Alessio Colò con 95 davanti al 94 di Salvatore Russo e al 93 di Simone Lo Schiavo. Luigi Ferraro ha vinto in Terza con 87/100 davanti a Claudio Mammucari (84). Mauro D’Angiolillo si è assicurato la medaglia di bronzo con 83.

Il Direttore tecnico della Nazionale di Fossa Universale Sandro Polsinelli premia le medagliate del comparto in rosa al Gran Premio di Pastorano: Maria Carmela Petrella si è assicurata la vittoria davanti a Eugenia Valente e Ester Iannotti

Maria Carmela Petrella si è imposta tra le Ladies con 81 davanti all’80 di Eugenia Valente al 79 di Ester Iannotti. Gabriele Fabbri ha vinto tra i giovanissimi con 82 e ha preceduto Giovanni Gargiulo (80) e Emanuele Marcello (74). Con un pregiato 95/100 il Consigliere nazionale della Fitav Roberto Manno ha vinto tra i Senior davanti al 92 di Corrado Pontecorvi e al 91 di Giancarlo Frascogna. Calogero Gibiino si è imposto tra i Master totalizzando 93 centri e precedendo il 90 di Giuliano Fabbri e l’87 di Eugenio Marzuillo.

Il nuovo libro di Renato Lamera

Video lezioni di tiro

Le video lezioni di tiro

Cookie e Privacy policy

Privacy Policy

ammadv

More in Fossa universale